giovedì 3 marzo 2016

Isis "Rosmini" allagato. Cobas Scuola Grosseto: i progetti di Renzi e Giannini si infrangono contro la realtà vergognosa

Isis "Rosmini" allagato. Cobas Scuola Grosseto: i progetti di Renzi e Giannini si infrangono contro la realtà vergognosa
GROSSETO - Isis "Rosmini" di Grosseto allagato, lo comunicano i Cobas Scuola Grosseto. E’ accaduto nella notte tra il 29 febbraio e il primo marzo, ma solo ieri se ne è avuta notizia. Un piano, il secondo, completamente evacuato nella sede della cittadella dello studente, in un edificio costruito nel vicino 2003. Ancora una volta i tanto sbandierati progetti di Renzi e Giannini (Scuole belle, Scuole sicure, ecc.) si infrangono contro la realtà vergognosa nella quale vivono ogni giorno studenti, famiglie e personale scolastico. L’edificio già da tempo soffriva di condizioni preoccupanti: infatti presentava già due aule inagibili per gravi infiltrazioni d’acqua dai solai.
Nella notte tra fine febbraio e il primo di marzo - riporta ancora il comunicato stampa - la situazione è degenerata rendendo impraticabile tutto il secondo piano. I collaboratori si sono trovati costretti a traslocare velocemente banchi e sedie utilizzando ogni spazio disponibile per poter iniziare le lezioni.
I docenti, privati della sala a loro riservata, stanno “accampati” nei corridoi, i quali peraltro conducono alle uscite di sicurezza e che dovrebbero restare liberi.
I Cobas, nel denunciare le reali condizioni di lavoro e di studio delle scuole maremmane (il Rosmini non è l’unica scuola che ha problemi strutturali) esprimono la loro solidarietà ai colleghi, già appesantiti da un’interpretazione pedissequa della normativa, per cui le assenze non vengono quasi mai sostituite, e alle famiglie a cui non viene adeguatamente garantito il diritto all’istruzione.

Nessun commento:

Posta un commento