venerdì 15 gennaio 2016

“Abuso del diritto tra tecnica e ideologia”, all’Università del Sannio incontro di studio col professore Mauro Grondona

“Abuso del diritto tra tecnica e ideologia”, all’Università del Sannio incontro di studio col professore Mauro Grondona
BENEVENTO - Mercoledì 20 gennaio 2016, alle ore 15,30, all’Università del Sannio si svolgerà un incontro di studio su “Abuso del diritto tra tecnica e ideologia”. L’abuso del diritto è tema classico nel quale si incontrano e si scontrano le ideologie dei giuristi. La formula, benché ambigua e contraddittoria, e i problemi sostanziali che evoca impongono un continuo dibattito critico ed interdisciplinare, un dialogo all’interno del ‘giuridico’, senza rigide settorializzazioni e al contempo in prospettiva storica e comparatistica.
L’incontro, che si terrà presso la Sala Biblioteca del Dipartimento DEMM, in Piazza Arechi II a Benevento,  sarà incentrato sull’analisi di alcune significative pronunce giurisprudenziali e sulle posizioni espresse dalla più recente dottrina. L'approccio al tema mira a sottolineare il rapporto tra tecnica giuridica e valori dell'interprete e del sistema all'interno del quale opera. In particolare, l’intervento del prof. Mauro Grondona dell’Università degli Studi di Genova verterà sulla giustificazione, in chiave argomentativa, del sempre più massiccio ricorso all'abuso del diritto.
L’evento, organizzato dalla professoressa Camilla Crea e al quale parteciperanno anche i professori Giovanni Perlingieri e Pasquale Femia della Seconda Università degli Studi di Napoli, si inserisce all’interno di un ciclo di seminari di approfondimento rivolto sia agli studenti, sia ai dottorandi dei dottorati di ricerca in ‘Problemi civilistici della persona’ e in ‘Persona, Mercato e Istituzioni’. L’incontro rientra anche nel programma dei convegni promossi dall'unità di ricerca locale, coordinata dalla prof.ssa Antonella Tartaglia Polcini, in materia di tutela del credito, nell'ambito del PRIN su "La regolamentazione giuridica delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (TIC) quale strumento di potenziamento delle società inclusive, innovative e sicure".

Nessun commento:

Posta un commento