lunedì 28 dicembre 2015

Tutte le novità sulle borse di studio per gli studenti universitari sanniti, 700mila euro per 242 giovani

Tutte le novità sulle borse di studio per gli studenti universitari sanniti, 700mila euro per 242 giovani
BENEVENTO - Si è svolta stamattina a Palazzo San Domenico di Benevento la conferenza stampa per illustrare le novità sulle borse di studio per gli studenti universitari sanniti. Sono intervenuti il rettore dell’Università del Sannio Filippo de Rossi e il direttore amministrativo dell’Adisu Benevento Antonio Scianguetta. LA NOVITÀ. A dicembre 2015 l’Adisu ha riconosciuto le borse di studio agli studenti dell’Università del Sannio, che hanno fatto domanda per l’a.a. 2015/2016 con un numero quattro volte superiore a quello degli anni precedenti.
Negli anni accademici 2012/2013, 2013/2014, 2014/2015, l’Adisu di Benevento riusciva a riconoscere nel mese di dicembre una media di 60 borse di studio disponendo di proprie economie per un ammontare complessivo di circa 160mila euro. Quest’anno, invece, le borse saranno 242 per un ammontare complessivo di quasi 700mila euro. Tale somma consentirà anche ad altri 376 studenti risultati, per il momento, idonei e non beneficiari di borsa di studio, di ottenere il rimborso dell’importo della tassa per il diritto allo studio universitario, pari a 140 euro.
La prima rata di tali benefici sarà liquidata già a gennaio 2016. Mentre nel corso dell’anno ulteriori disponibilità consentiranno all’Adisu di procedere allo scorrimento della graduatoria e alla conseguente individuazione di altri studenti destinatari di borse di studio. 
COSA È CAMBIATO: La legge regionale n. 16 del 2014 ha introdotto il cosiddetto meccanismo della “tesoreria diretta”. Cogliendo questa opportunità, l’Università del Sannio si è organizzata per trasferire direttamente all’Adisu di riferimento le somme versate dagli studenti come tassa per il diritto allo studio. Al momento non tutti gli atenei campani si sono adeguati. In precedenza, invece, tali risorse venivano trasferite alla Regione che a sua volta provvedeva a distribuirle alle ADISU in base al numero degli iscritti. Questo sistema, però, nel corso degli anni ha determinato ritardi nel trasferimento finale alle Adisu e conseguentemente nel riconoscimento delle borse di studio agli studenti. 
COME SI È RAGGIUNTO QUESTO RISULTATO: Questo importante risultato è stato conseguito anche a seguito di continue sollecitazioni alla Regione da parte dei rappresentanti dell’Unisannio e dell’ADISU di Benevento, nelle persone della professoressa Rosalba Maresca, delegata del Rettore per le Questioni inerenti il Diritto allo Studio, e dell’ex presidente del Consiglio di amministrazione dell’ADISU Benevento, Daniele Cutolo
LE CLASSIFICHE DELLE UNIVERSITÀ Negli anni passati l’Università del Sannio, unitamente agli altri atenei campani - riporta ancora il comunicato stampa -, perdeva posizioni nelle classifiche nazionali sulle università (vedi Il Sole 24  Ore) poiché tra criteri di redazione di tali graduatorie, quello relativo al numero delle borse di studio erogate agli studenti a dicembre di ogni anno era falsato dalla scarsa disponibilità delle somme da impiegare da parte degli organi per il diritto allo studio universitario. 
Inoltre, da quest’anno, viste le dichiarazioni pubbliche del nuovo presidente della giunta regionale campana Vincenzo De Luca, anche gli studenti universitari della Campania dovrebbero veder riconosciute le proprie aspettative e tutelato concretamente il loro diritto allo studio. Infine, nella Legge di Stabilità nazionale è stato incrementato di 50 milioni di euro il fondo riservato al diritto allo studio.

Nessun commento:

Posta un commento